SS Cosma e Damiano/Lotta alla ludopatia, l’Opposizione: “L’unico lobbista delle sale slot è il Sindaco Taddeo”

Condividi l'Articolo sui Social

Nel consiglio comunale di sabato 27/10 scorso la maggioranza guidata dal sindaco Taddeo approva un regolamento a favore della lotta alla ludopatia affrancando, con dichiarazioni sui giornali, la minoranza (con il leader Rolando Bozzella in foto) come contraria a tale approvazione in quanto protettori di fantomatiche lobby. Oltre che dire che il lobbista è solo ed esclusivamente il sindaco Taddeo in quanto nulla ha fatto per ridimensionare la presenza di sale slot sul territorio, esautorando le intenzioni dell’assessore al ramo Aida Viccaro, che cercava invece di motivare la scelta del regolamento e di attività ad esso affini con l’impegno di chi tiene davvero alla grave tematica.

“Per la prima volta abbiamo visto un’amministratrice di maggioranza tentare di raccogliere le informazioni che il gruppo di minoranza si è preoccupato di darle” mentre il sindaco restringeva il senso di tutto alla necessità del regolamento poiché mera previsione di una legge regionale. Negli atti del consiglio tali interventi non saranno sicuramente sfuggiti alla verbalizzazione della segretaria in quanto ormai a parte i pochi ascoltatori radio del consiglio comunale non vi è più modo di averne traccia e questi episodi ci confermano il perché.

Per evitare che le sue affermazioni possano essere riviste a più riprese e la manipolazione della verità a lui non più consentita.

Ci preme dichiarare che sulla lotta alla ludopatia siamo assolutamente a favore ed avremmo votato anche l’approvazione del regolamento preparato dell’assessore Aida Viccaro se non avessimo scorto che per il sindaco in realtà tale regolamento non vedrà mai la fase operativa, esattamente come i precedenti regolamenti approvati da questa maggioranza.

La ludopatia di fatti è un tema che più che regolamentato va affrontato con educazione nelle scuole, con aperture di sportelli anti usura o con colloqui che tendano a comprendere il fenomeno ed a poter intervenire con assistenza sanitaria ove se ne colga la necessità.

Auspichiamo che l’assessore Viccaro si adoperi perché questo regolamento non faccia la fine di quelli voluti in passato dai suoi colleghi di maggioranza.

Nello stesso consiglio, come anche sulle testate giornalistiche, è emerso che l’ente è debitore, causa una sentenza di condanna, al rimborso per i danni determinati ad un privato con la costruzione del campo sportivo del centro storico, sul tema ci pare necessario ricordare che il processo si è incardinato sotto il primo mandato Taddeo che come oggi amministrava rinviando e procrastinando i problemi, stessa sorte sta per giungere riguardo il tema di un esproprio per la costruzione dell’edificio oggi destinato a ricovero per i mezzi del comune e sede dell’associazione di protezione civile comunale Gari88.

Questi debiti graveranno ulteriormente sulle già provate casse comunali, ma per quadrare i conti magari si provvederà come già fatto ad una serie di ulteriori accertamenti farlocchi o lettere intimidatorie come quelle per la riscossione dei diritti di pubblicità per le insegne delle attività commerciali, che si sono viste recapitare senza alcuna spiegazione bollettini di conto corrente pre compilati, ma con la minaccia che qualora non provvedessero si avvierà un accertamento a loro danno con aggravio di spese.

A. Ruotolo – Areagolfo.it

Stampa

Condividi l'Articolo sui Social