Minturno/Partono le grandi manovre, nasce il secondo centro destra dei moderati

Condividi l'Articolo sui Social

Nasce il terzo polo a Minturno, un secondo centro destra. Durante le feste natalizie tra un cenone ed una fetta di pandoro in un pub di Minturno si sono riuniti: l’avv. Massimo Signore con il suo gruppo in cui spiccavano la consigliera Maria Di Girolamo e l’ex assessore Fabio Saltarelli che fanno riferimento a Forza Italia, il gruppo del dott. Aristide Galasso con i vari Cappuccia, Chianese e Caruso ed a sorpresa l’ex coordinatore della Lega a Minturno Antonio Pacera.

il Terzo Polo dei moderati di centro destra

Parliamo di sorpresa perché nei post annuncianti la nascita di questo terzo polo (al quale dopo pochi giorni si è aggiunto anche l’ex Fdi Vito Romano) gli aderenti si sono dichiarati moderati di centro destra, la qual cosa per ovvie ragioni cozza con il passato (ed il presente) di molti componenti di questa nuova aggregazione.

Iniziamo da Antonio Pacera, il quale seppur dimessosi da coordinatore della Lega a Minturno a causa dell’ingresso del Consigliere “Del Balziano” Massimo Moni, resta tuttavia un iscritto ed un attivista del partito del carroccio, come testimonia anche la sua foto profilo su Facebook.

Pacera, leghista di ferro, accetta quindi la definizione di moderato? Il leader della Lega di Matteo Salvini sta portando avanti la sua battaglia politica proprio contro i moderati, basti pensare alle sue dichiarazioni contro l’immigrazione clandestina ed i diktat di Bruxelles in aperto contrasto con il fronte moderato, del resto mai come ora i rapporti tra Forza Italia e la Lega sono stati così tesi, ma si vede che a Minturno la politica nazionale non tiene il passo con quella locale.

Un altro esempio è il Dott. Aristide Galasso, nasce democristiano ma piano piano vira sempre più a destra, abbiamo già accennato del mancato ingresso del suo gruppo nella Lega (partito anti moderato per eccellenza) a causa dell’ingresso di Massimo Moni e di Romolo del Balzo, ma per i più smemorati è bene ricordare che alle ultime elezioni comunali, la coalizione di Aristide Galasso composta dalla lista omonima, Minturno Domani e Tradizioni e Valori di Pino Russo, aveva al proprio interno ben due candidati espressione di CasaPound, formazione non di certo moderata, risultando in quella tornata elettorale la coalizione più a destra con somma gioia di Galasso che definiva proprio gli esponenti di CasaPound “idealisti impegnati nel sociale che fanno politica per la gente e tra la gente”.

Quindi riepilogando, questo nascente terzo polo a Minturno, la formazione sarebbe composta da Forza Italia ex ed attuali leghisti ed ex Fdi, una “santa alleanza” che si aggiunge all’altro centrodestra che si stava riunendo con i vari incontri intercorsi tra: Pino Sardelli, Romolo del Balzo, Massimo Moni, Vincenzo Fedele, Pino D’amici e Fausto La Rocca.

Quindi Minturno si appresta ad avere due schieramenti di centro destra che faranno a gara per chi dovrà essere più moderato, per chi riuscirà a far convergere più voti. Ideali, progetti, iniziative, visione di città? Al momento no, solo schieramenti e quelli sono mutevoli, cambiano ad ogni elezione ma non saltano un appuntamento elettorale a discapito di coloro che la politica sul territorio e per il territorio la fanno 365 giorni all’anno.

E. Arrigo – Areagolfo.it

Stampa
Condividi l'Articolo sui Social