Formia/Tra crisi politiche mediatiche e parcheggi, Paola Villa al test Consiglio Comunale

Condividi l'Articolo sui Social

La maggioranza del Sindaco Paola Villa è in crisi. Nessuna paura, non c’è nessuna dichiarazione ufficiale, sono solo crisi politiche mediatiche quelle espresse da alcuni quotidiani on-line, che darebbero in subbuglio contro il Sindaco, i quattro consiglieri comunali di maggioranza della lista “Ripartiamo con voi” che fa capo all’imprenditore della sanità Maurizio Costa. 

Ma come detto, solo crisi mediatica, perché il Primo Cittadino ha già smentito qualsiasi tipo di disaccordo con i propri consiglieri, parlando di una maggioranza unita e compatta.

I primi esami, i primi test per la maggioranza del Sindaco, sono infatti alle porte. A parte la discussione sull’archiviazione dichiarata del mega appalto Global Service che sarà sostituito da tre gare per Manutenzione strade e piazze, pubblica illuminazione e verde pubblico dove anche qui il tempo é tiranno visto che i lavoratori sono in stand by e aspettano, la scadenza imminente è quella per la gestione della sosta a pagamento, i parcheggi.

Il 30 settembre scade la seconda proroga alla SIS di Perugia, altre non se ne possono fare a meno che non si indice una gara di appalto per un nuovo gestore, il vecchio nelle more della gara potrebbe continuare.

I cittadini intanto si chiedono dopo il 30 settembre come devono fare con l’abbonamento, la politica che osserva si chiede cosa farà la maggioranza del Sindaco Villa.

L’altra soluzione, che prende sempre più piede e c’è qualche consigliere di opposizione che la da quasi per fatta, è che il Sindaco adotti la proposta fatta da Claudio Marciano, il consigliere di opposizione del PD, aveva infatti dichiarato quasi un mese fa, di affidare la gestione della sosta a pagamento “in house” alla Formia Rifiuti Zero.

Per Paola Villa ed i suoi, questa sarebbe una soluzione veloce da attuare, ma se pur efficace tecnicamente sarà sicuramente vista dagli oppositori come una sconfitta politica.

Infatti, lato opposizione, si imputa di frequente a questa amministrazione il fatto di non aver prodotto dopo 3 mesi, ancora nessun atto di indirizzo politico, lo stesso Marciano ha accusato il Sindaco di essersi rivenduta per ben 2 volte (risonanza ed ex enaoli) due determine dirigenziali che atti politici non sono.

Figuriamoci se sui parcheggi, la maggioranza producesse il suo primo atto politico dopo 72 giorni di governo, è quell’atto fosse stato partorito da un Consigliere di opposizione.

Si potrebbe parlare di pacificazione, tutti uniti per Formia, ma sicuramente ci sarà chi a ragion sua, farà notare che in politica la pacificazione e l’unità di intenti non esiste perché è la politica stessa che ha reso sempre reale nei tempi e nei fatti questo principio.

Quindi laddove anche i parcheggi finissero alla Rifiuti Zero, si avrebbe una controtendenza alla linea amministrativa nazionale che da tempo ha abbandonato gli affidamenti in house, è l’accentramento di servizi nelle municipalizzate, insomma troppa carne a cuocere nella stessa pentola già negli anni passati ha fatto vedere il peggio del peggio delle Amministrazioni pubbliche e dei politici specialmente.

Il tempo stringe ed il prossimo Consiglio Comunale ormai alle porte, sarà un bel primo test per la maggioranza.

Ivan Verdone – Areagolfo.it

Stampa

Condividi l'Articolo sui Social