Formia/Gli Ultras con un pezzo di Cuore alla Vecchia Curva e l’altro a Terracina

Condividi l'Articolo sui Social

Un tifo in perpetuo movimento quello degli Ultras Formiani, che in queste settimane stanno portando avanti una raccolta firme (tutti i sabato presso Piazza della Vittoria) per cercare in tutti i modi di dissuadere il CONI, proprietario dello storico Stadio Nicola Perrone, dall’abbattere la mitica Curva CONI. Il centro di preparazione olimpica, infatti fu protagonista assieme all’ex Sindaco Sandro Bartolomeo di una sorta di baratto mai digerito dagli appassionati di calcio formiano, in cui il Comune trasferiva al Coni lo stadio Perrone in cambio della costruzione di un nuovo Stadio di ultima generazione, moderno che poi sarà quello Stadio di Maranola oggetto di infinite critiche, poiché Stadio moderno e di ultima generazione non lo è mai stato.

Ora un altro colpo al cuore si sta per abbattere sui tifosi biancazurri, giovani ma soprattutto meno giovani che su quei gradoni hanno vissuto momenti magici anche di calcio professionistico. Il Coni vuole buttare giù la tribuna degli ultrà per farci una piscina olimpionica, da qui la raccolta di sottoscrizione dei tifosi per evitare che un pezzo della loro storia e del loro cuore finisca in macerie.

Ma i tifosi del Formia l’altra metà del loro cuore lo portano nella devastata Terracina, dove una tromba d’aria ha messo in ginocchio la popolazione. Da sempre gemellati calcisticamente con i tifosi terracinesi, i formiani hanno dato il via ad una raccolta fondi di solidarietà per la scuola “Maestre Pie Filippini” che darà rifugio agli sfollati.

A. Ruotolo – Areagolfo.it

Stampa

Condividi l'Articolo sui Social