Eventi/Gaeta, ecco tutto il programma del Polo Museale

Condividi l'Articolo sui Social

Le attività del Polo Museale sono partite nel mese di agosto scorso con la fortunatissima iniziativa de “Le notti dell’Annunziata”, e dal 1 settembre tutti i siti sono aperti con orari stabili, secondo una calendario pubblicato, e presidiati da giovani operatori, affinchè ogni turista o fedele possa essere accolto con cordialità e sufficiente
competenza.  Questi primi due mesi di attività hanno attirato al Polo più di 2000 visitatori, contribuendo alla diffusione della conoscenza del patrimonio artistico e culturale di Gaeta, e alla naturale promozione dei luoghi dell’arte.  Ringrazio i volontari dell’Associazione Ante Omnia, che assicurano le aperture dei siti, la cura della promozione sui mezzi di comunicazione, il coinvolgimento di figure nuove e giovanili, perché il progetto del Polo possa continuare con entusiasmo e passione.


Presento con piacere il calendario di eventi culturali del Polo Museale per i mesi di
novembre e dicembre prossimi, frutto della sinergia tra l’Ufficio Beni Culturali
dell’Arcidiocesi di Gaeta, l’IPAB SS. Annunziata, la parrocchia della Basilica Cattedrale,
e l’Associazione Ante Omnia. Gli incontri culturali spaziano dalla ricerca storica,
all’approfondimento artistico, fino ai preziosi momenti musicali, intrisi della spiritualità
natalizia, che avranno come cornice il Santuario dell’Annunziata. Accanto al calendario
di attività, pubblichiamo gli orari stabili di apertura dei siti, ricordando che i contatti
indicati per info e accoglienza, sono sempre attivi ed efficienti.

È questo il modo in cui vogliamo parlare di arte, questo il dinamismo del nostro
proporre cultura. Il Polo testimonia un modello culturale in cui fare rete è fondamentale,
tra siti culturali e con tutte le realtà del territorio in cui operiamo, per cercare anche nuove strade e nuovi linguaggi per trasmettere la bellezza dell’arte a chi si avvicina a noi.
Auguro a tutti felici e serene festività natalizie, invitando ciascuno a farsi circondare
dalla bellezza, così generosa e nobile in questa nostra terra.

Stampa

Condividi l'Articolo sui Social